Racconti

CUOR DI TANGO

...non lo scorderai mai

PUBBLICATO IL 3 dicembre 2018

Ieri sono andata a ballare come tutti i fine settimana. Un principiante mi ha chiesto: “Ma il tango è sempre uguale oppure cambia nel tempo?” Io: “No, l’anima del tango resta sempre lì e rimane sempre uguale!” Ed intanto penso: “.. Poi un giorno, diventerai un vero tanguero. Ed allora capirai che il tango vive in mille posti diversi, senza mai essere uguale nei luoghi dove andrai. Lo sentirai in gola, quando sarai emozionato. O precipiterà nel tuo stomaco quando sarai preso dal panico e non saprai come cavartela con una ballerina più brava di te oppure con una grande…
Pubblicato in Racconti Taggato con: ,

Tango d’antiquariato

StoriediTango

PUBBLICATO IL 16 novembre 2018

Ci si avvicina al tango per molti motivi. A volte, inutile negarlo, per stringere a sé una ragazza giovane. L’Antiquario offrirebbe a tutte il riflesso dei suoi ottoni in cambio di un ballo. A ogni donna dice di aver già conosciuto altre donne con il suo nome. Ecco un’altra storia di storieditango! Tango d’antiquariato (https://www.storieditango.it/giovani-principianti/) Esiste una specie nel tango: non è numerosissima, ha un continuo ricambio e ogni esemplare ha vita breve. La specie si chiama giovani principianti graziose. Per la velocità con cui una giovane principiante graziosa si trasforma nell’esemplare di un’altra specie, deve essere colta nel suo…
Pubblicato in Racconti Taggato con: ,

Corpi Fratelli

StoriediTango

PUBBLICATO IL 18 ottobre 2018

Storieditango ha incontrato una coppia di artisti. Sono fratelli, sono nati a Buenos Aires, ma ora vivono uno a Dubai e uno a Los Angeles. Hanno girato l’Italia proprio lo scorso settembre. In arte: Los Hermanos Macana. Corpi fratelli (https://www.storieditango.it/corpi-fratelli/) Gui punta gli indici sul muro bianco vicino alla porta del bar, li pianta come chiodi. E da lì va su su su a tracciare due linee lungo la parete ruvida. Le linee cominciano parallele, progressivamente divergono, pian piano si allontanano. «Sai» dice Gui, «così può essere la vita di due persone. All’inizio sono un’unica cosa. Stessa strada, stesso percorso.…
Pubblicato in Racconti Taggato con: ,

Mare Verde

StoriediTango

PUBBLICATO IL 2 ottobre 2018

Anna Mio ha studiato filosofia e lavora all’università. Ha vissuto in Italia, Germania e Australia. A ventinove anni ha iniziato a ballare tango, ogni giorno si chiede perché non abbia cominciato prima. Osserva le persone dal tram, ama il gelato al pistacchio, soffre se non scrive. Uno dei suoi dispiaceri più grandi è che le scarpe da tango non vadano mai in saldo. Una delle sue gioie più grandi è che il tango non vada mai in saldo. Storieditango nasce da un pensiero molto semplice: il tango è un binocolo sul mondo. Uno di quelli con le lenti potentissime, che…
Pubblicato in Opinioni, Racconti Taggato con: ,

Te le ricordi le nostre Milongas?

La ballerina con cui si fa la prima tanda non si scorda mai

PUBBLICATO IL 27 agosto 2018

<< Sara, te le ricordi le nostre milongas di quando eravamo ragazze?>> Si, quando abbiamo incontrato il tanguero più bello e bravo quando ancora noi eravamo delle principianti, quella di Viareggio, dove andavamo spesso. Fu proprio una milonga speciale, non tanto per le emozioni provate ma perché l’avevamo conosciuto. Sudavamo freddo, quando avevamo capito che stava per venirci ad invitare per una tanda. Io soprattutto ero andata nel panico. Lui sembrava così sicuro di sé, per nulla preoccupato di dover ballare con una principiante. Vestito di tutto punto, elegantissimo in confronto a me che non avevo ancora comprato un vero…
Pubblicato in Racconti Taggato con: , , ,

L’eredità

Il brano di Alessandra Demichelis

PUBBLICATO IL 16 agosto 2018

Alessandra Demichelis seconda classificata al concorso letterario Attimi di Tango Sono nata e vivo a Cuneo da sempre. Lavoro all'Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Cuneo dove mi occupo della biblioteca e di ricerca. Come un archeologo mi piace scavare negli archivi per trovare vicende, personaggi dimenticati e cercare di riportarli alla luce. La scrittura è parte fondamentale di questo impegno, e una passione che coltivo da anni. Ho pubblicato alcuni saggi e un romanzo. Il tango, invece, è incontro molto più recente (un paio d'anni appena), ma ugualmente folgorante. L’eredità Avevo ventitré anni e…
Pubblicato in FAItango, LETTERATURA, Racconti Taggato con: , ,

Infinitango

Primo Classificato Attimi di Tango

PUBBLICATO IL 3 agosto 2018

 Giacomo Marchi - Primo Classificato al Concorso Letterario Attimi di Tango  Brevemente, di me, posso dire che sono nato nella seconda metà del ‘900. Nell’altro millennio, se preferite. Mi piace pensarlo come l’anno in cui Marquez scriveva il suo capolavoro: il ’67. Transitando in un’adolescenza spensierata, sono arrivato all’età adulta senza grossi scossoni emotivi; età che mi ha consegnato due figli stupendi e la voglia di giocare un po’ con le parole: è stato allora che ho scoperto che inchiostro e carta bianca non esercitavano più la stessa terrificante oppressione dei compiti scolastici. Poi - come seme appena germogliato è esposto…
Pubblicato in FAItango, LETTERATURA, Racconti Taggato con: , ,

LA SPERANZA NEGLI OCCHI

Brano di Laura Fasano

PUBBLICATO IL 25 luglio 2018

Liberamente ispirato a una storia vera in  ricordo della famiglia Putetto e di tutti gli emigrati in Argentina   Nota introduttiva Nonostante l’emigrazione italiana abbia toccato i più svariati continenti è solo in Argentina che la comunità italiana è cresciuta, negli anni tra fine 800 e inizio 900, in modo esponenziale, grazie all’articolo 25 della Costituzione Argentina, che favoriva l’immigrazione e garantiva posti di lavoro con assegnazione, in alcuni casi, di terre gratuitamente. Piccoli gruppi di italiani cominciarono ad arrivare in Argentina già dalla seconda metà del XVIII secolo, tuttavia è tra il 1870 e il 1930 che si ebbe…
Pubblicato in Cultura argentina, Racconti Taggato con: , , ,

Milonga di carnevale

PUBBLICATO IL 21 gennaio 2016

Roma, febbraio 2015   Martedì, tre del mattino, carnevale d'inverno. Il panorama era grottesco. Un salone di dimensioni esorbitanti completamente rivestito di marmo; luci come acquarelli rossi, suonava una musichetta di tango elettronico. Le maschere scintillavano sulla pista, le ali di un angelo pretendevano una squallida sensualità appese a un 'gambelunghe' di tragedia*; alla diavolessa si aggrovigliava la coda mentre serpeggiava attorno ad un leopardo che la guardava a bocca aperta; la signora dal cappello appuntito tentava impossibili torsioni a discapito dell'equilibrio del suo compagno; la maschera a cui pendevano le piume tendeva la gamba infilandola in un fascio di…
Pubblicato in Racconti

Balli?… Certo!

PUBBLICATO IL 27 aprile 2015

Balli?... Certo!   Mi è capitato in Italia, mi hanno portato a un milonga dove si ascoltava un bel tanguito di fondo. Entrando mi é piaciuta l'illuminazione soffusa, qui e lá striscie di luci rosse, gialle, blù;  la gente andava e veniva sorridente, molto accogliente; a quel punto ci siamo seduti in piccoli sgabelli che erano distribuiti intorno al recinto di medie dimensioni.   E comincia a suonare 'Malo, malo, malo eres, no se mata a quien se quiere no...' (Pop Rock). Bene, una piccola 'cortina' allegra. Ma no. Le coppie hanno lasciato i loro posti, si sono abbracciati e…
Pubblicato in Racconti